Welcome to MEIKO.
Please select a country and click "confirm".
The clean solution

La trappola dei costi nell'imprenditoria alberghiera: ci siete già caduti?

Il consulente aziendale Bernd Reutemann ci svela le principali insidie (parte 1)

L'hotellerie è un settore complesso. E pericoloso! Il consulente aziendale Bernd Reutemann ci svela le principali insidie per la gestione dei costi nell'imprenditoria alberghiera e come si può riuscire a tenere sotto controllo le spese operative. Nella prima parte approfondiremo i temi dell'housekeeping e della contabilità.

Articolo di Bernd Reutemann

Gli hotel diventano sempre più grandi, le mansioni e i processi sempre più complessi: più burocrazia, più nervosismo, più denaro. Quale imprenditore alberghiero riuscirebbe a mantenere la lucidità necessaria? Bernd Reutemann ce la fa. Da ex titolare di hotel ed esperto conoscitore del mestiere, fornisce consulenze alle imprese preparandole ad affrontare le sfide del futuro. Nella rivista online di MEIKO ci presenta 13 possibili "trappole" legate ai costi di gestione. Nella prima parte i consigli riguardano l'housekeeping e la contabilità.

Informazioni sulla persona: Bernd Reutemann è un cuoco esperto, economista aziendale e consulente aziendale. Con sua sorella Gerda Reutemann ha gestito per 15 anni il Mindness® Hotel Bischofschloss di Markdorf (circondario del Lago di Costanza). I due fratelli sono gli amministratori della società Hogahelden, che fornisce consulenze ad albergatori e ristoratori. Bernd Reutemann ama quello che fa. Ed è questa la chiave del suo successo: fornitore di servizi dell'anno 2008 nel Baden-Württemberg, gestore di albergo per conferenze dell'anno 2012 e tra i 100 principali formatori tedeschi nel 2014. Sono moltissime le realtà che si avvalgono delle sue conoscenze e della sua esperienza. E questa volta tocca a noi.

Portrait Bernd Reutemann
Bernd Reutemann

Housekeeping, pulizia, cucina e zone benessere

1. Biancheria da letto e da bagno: un hotel con 80 posti letto ha a che fare con circa 42 tonnellate di biancheria sporca ogni anno, che va lavata. L'aggiunta di anche solo un pezzo da 200 g fa aumentare i costi per lavaggio di circa 20 centesimi, che in un anno diventano circa 8.400 euro.

2. Superfici di bagni, pareti e mobili: il design non è sempre di facile manutenzione. In una stanza d'albergo troviamo sempre almeno tre cuscini decorativi, un bollitore per il tè e una moderna macchina da caffè. Ai titolari d'albergo sembra però sfuggire facilmente quanto queste piccole cortesie per gli ospiti pesino sulle voci di spesa relative alla pulizia. Per il personale, infatti, pulirli può significare fino a tre minuti di lavoro in più per camera.

3. Ristrutturazione o nuova costruzione: la cameriera ai piani o il responsabile dell'housekeeping dovrebbero essere coinvolti nella progettazione. Questa persona è in grado di valutare al meglio come ridurre il carico di lavoro nel flusso di lavoro quotidiano: ad esempio, selezionando materiali a bassa manutenzione o mantenendo brevi percorsi di lavoro attraverso depositi strategicamente ben posizionati.

"Anche con l'attività in corso non è mai troppo tardi per apportare i giusti cambiamenti"
– Bernd Reutemann

4. Impiego di un impianto di dosaggio dei detergenti: i costi scendono e la sicurezza aumenta. Con meno prodotti si può lavare e disinfettare tutto. Ma qual è la caratteristica più importante? Il giusto rapporto qualità/prezzo! Il sistema è semplice, intuitivo e pratico da utilizzare. I collaboratori non entrano più in contatto con i concentrati, diminuendo in questo modo i rischi di infortunio. Oltre a permettervi di tenere sotto controllo i costi di esercizio, l'impiego di un impianto di dosaggio garantisce maggior sicurezza per il vostro personale.

Acquisti e contabilità: "Le soluzioni digitali fanno risparmiare tempo e denaro"

5. I sistemi di archivio digitali mettono la parola fine alla gestione basata sui "post-it". Con fornitori, articoli e condizioni preconfigurati i tempi si accorciano. Gli acquisti non sono più "selvaggi", ma avvengono in totale trasparenza tramite un sistema centralizzato.

6. Verifiche, controlli e conteggi in formato digitale e trasparente: dite addio alla carta. In questo modo potrete ridurre le voci di spesa per la contabilità tradizionale fino all'80%!

"Affidatevi alle soluzioni digitali per risparmiare tempo e denaro!".
– Bernd Reutemann

unordentliche Zettelwirtschaft auf einem Schreibtisch

7. Il problema: i processi digitali non vengono eseguiti in modo coerente. Cioè, ad esempio, si stampano contabilità generate in formato digitale, oppure nella contabilità vengono inserite manualmente ricevute come accadeva 30 anni fa o vengono compilati elenchi cartacei per registrare le temperature dei frigoriferi. I processi, invece, devono essere gestiti e digitalizzati in modo uniforme. Solo in questo modo si evitano lacune nella catena di servizio. E solo così si riesce veramente a risparmiare tempo e denaro.

Rivedete i vostri processi e adattateli, coinvolgendo i vostri collaboratori. Semplificate il lavoro al vostro personale adottando soluzioni digitali e tecnologiche. Agite in modo coerente e curate ogni piccolo dettaglio In questo modo riuscirete a risparmiare migliaia di euro l'anno.