Welcome to MEIKO.
Please select a country and click "confirm".
The clean solution

7 consigli per la pulizia dei bicchieri

Dalla qualità dei bicchieri alla temperatura di lavaggio, fino alla lucidatura: Nella gestione dei bicchieri il potenziale di errore è alto

I tag sono assegnati all'articolo.
igiene

I bicchieri di qualità hanno il loro prezzo e di conseguenza devono essere trattati con attenzione. Questa è una considerazione generale e vale ovunque. Poiché un bicchiere pulito e bello svolge una funzione importante, gli albergatori, i gestori di ristoranti, bar e caffetterie sono tutti ugualmente interessati a far durare il più possibile queste preziose stoviglie, che fanno colpo sia sui clienti che sui ristoratori. Chi desidera raggiungere questo obiettivo, ha bisogno di una gestione professionale dei bicchieri e dovrebbe seguire i sette suggerimenti riportati qui.

1. La qualità del vetro è fondamentale

Nel settore della ristorazione i bicchieri sono soggetti a sollecitazioni molto elevate e vengono lavati più volte al giorno, per questo devono essere di alta qualità. Così si riduce il rischio di corrosione del vetro e aumenta notevolmente la durata dei bicchieri.

2. Migliorare la qualità dell'acqua

Un fattore importante è la qualità dell'acqua durante il processo di lavaggio. Se l'acqua non è stata adeguatamente trattata per il lavaggio, lascia aloni e depositi di calcare sul bicchiere, anche dopo un ciclo di lavaggio intensivo. Per contrastare questo fenomeno, esistono lavastoviglie professionali dotate di moduli opzionali per il trattamento dell'acqua. 

 

3. I bicchieri hanno bisogno di spazio

Quando si inseriscono i bicchieri nel cesto, bisognerebbe fare attenzione che i getti di acqua, durante il lavaggio, non possano far sbattere i bicchieri uno contro l'altro. In questo modo si evitano lievi danni o addirittura la rottura dei bicchieri. La migliore protezione contro le rotture dovute a sollecitazioni meccaniche è data dai cesti, che rappresentano un supporto sicuro per i bicchieri. I calici dovrebbero essere messi nella macchina in posizione inclinata, in maniera da non creare residui di acqua nelle cavità del loro piede di appoggio.

4. Non lavare a temperature troppo elevate

I bicchieri delicati dovrebbero essere lavati in lavastoviglie a una temperatura compresa fra 60 e al massimo 63 gradi (secondo DIN e VGG), e possibilmente solo con il programma per stoviglie delicate. A temperature più elevate e dopo un uso prolungato possono verificarsi danni ai bicchieri, che possono infatti intorbidirsi. Si raccomanda inoltre di usare uno speciale detergente per il lavaggio dei bicchieri e di togliergli  subito dalla lavastoviglie una volta terminato il programma.

5. Più breve è, meglio è

Il tempo di lavaggio deve essere il più breve possibile. Più breve è il tempo di lavaggio, minore è il consumo energetico. Tuttavia, tempi di lavaggio brevi ed efficienti sono anche in grado di ridurre l'usura delle stoviglie. Tutti questi punti danno i loro frutti e contribuiscono a migliorare la redditività.

6. Non è necessario asciugare

Un modulo integrato per il trattamento dell'acqua rimuove tutti i minerali (compresi batteri e virus) e consente di ottenere un'acqua di risciacquo purissima. Un'acqua di questa qualità è il requisito fondamentale per un risultato di lavaggio brillante, senza macchie e igienicamente pulito. In questo modo i bicchieri e le posate non devono più essere lucidati a mano, il che fa risparmiare tempo e denaro. Per motivi igienici, si sconsiglia in ogni caso la asciugatura manuale con uno strofinaccio.

7. Conservare in un luogo inodore

Anche da puliti i bicchieri assorbono rapidamente gli odori dell'ambiente. Se non è possibile predisporre un luogo inodore dove riporre i bicchieri, è necessario risciacquare brevemente i bicchieri con acqua pulita prima dell'uso.